Alloro: proprietà, benefici, uso e controindicazioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

L’alloro è una pianta molto diffusa e molto utile, per profumare l’ambiente, per insaporire i cibi ed è anche un rimedio naturale per via delle sue proprietà benefiche. Scopriamo insieme in questo articolo le proprietà dell’alloro, i suoi benefici per la salute e le eventuali controindicazioni.

Alloro: caratteristiche generali

Della famiglia delle Lauraceae, si presenta come un arbusto o un piccolo albero con folte foglie verde scuro, dure e profumate, lucide sopra ed opache sotto. I fiori, compaiono in primavera, sono color giallo opaco, riuniti ad ombrello. I frutti si presentano come drupe lucide e nere.

L’alloro cresce bene sulle coste del Mediterraneo, la Spagna, la Grecia e l’Asia Minore.

Curiosità sull’alloro

Anticamente si attribuiva un significato magico-mistico all’alloro: i greci lo adoperavano per le divinazioni, lo si bruciava sul fuoco per comunicare con gli dei, per favorire i sogni premonitori per allontanare le negatività ed anticamente si credeva che potesse allontanare i temporali. I romani lo utilizzarono successivamente come simbolo di vittoria e solo in seguito se ne intuirono le proprietà medicamentose, fu infatti adoperato come rimedio contro la peste.

Nei nostri giorni permangono ancora alcune credenze popolari, ma si è anche scoperto che l’alloro è utile per curare i disturbi di stomaco e pancia, contro la sindrome premestruale, contro la febbre, le coliche e la tosse. Per quanto riguarda gli altri usi viene adoperato come aromatizzante, rimedio antitarme e per preparare pediluvi e bagni rilassanti.

Alloro: proprietà e benefici per la salute

Le foglie e le bacche dell’alloro sono composte di oli essenziali e da geraniolo, cineolo, eugenolo, terpineolo, fellandrene, limonene, eucaliptolo e pinene. Le foglie di alloro contengono inoltre vitamine A, B, C, potassio, rame, calcio, manganese, ferro, selenio, zinco, magnesio ed acido folico. L’acido folico aiuta la salute della vista mentre le vitamine aiutano il sistema immunitario, il metabolismo ed il sistema nervoso.

Fra i principi attivi i più efficaci sono l’eugenolo ed il limonene dalle proprietà antisettiche, antiossidanti, digestive e anticancro.

Viene dalla Sicilia l’antico uso di usare i decotti di alloro come digestivi, per alleviare i nervi e rilassarsi, ma anche per gli spasmi addominali. Il decotto è anche da considerarsi diuretico ed espettorante.

Si è scoperto in seguito che l’alloro ha anche proprietà stimolanti dell’appetito e carminative. Aiuterebbe inoltre ad espellere i gas nell’intestino.

Le bacche vengono invece adoperate per produrre l’oleolito di alloro che avrebbe un effetto antinfiammatorio, emostatico e astringente, utile contro traumi, artrosi, reumatismi e dolori dei muscoli.

Modalità d’uso

Per giovare delle proprietà e dei benefici dell’alloro si può preparare un decotto casalingo. Occorre un bricco d’acqua e tre o quattro foglie di alloro, si mettono a bollire per dieci minuti, quindi si filtra e si beve. Se si ha una grande scorta di foglie d’alloro si possono seccare o ancora meglio congelare dopo averle pulite con un panno. Le foglie si possono comunque raccogliere tutto l’anno.

Infuso digestivo a base di alloro

occorrente:

  • 40 gr. di foglie d’alloro
  • 20 gr. di foglie di malva
  • 20 gr. di fiori di camomilla
  • 20 gr. di semi di anice

Metodo di preparazione: versare un cucchiaio per tazza. Essendo un infuso che favorisce la digestione si consiglia di berlo dopo i pasti.

Tisana di alloro antinfluenzale

occorrente:

  • 10 gr. di foglie fresche

Metodo di preparazione: lasciare in infusione per 5 minuti e, dopo averlo bevuto, mettersi a letto ben coperti. Bere 2 volte al giorno.

Bagno rilassante

occorrente:

  • 5 o 6 grosse manciate di foglie d’alloro
  • 2 litri d’acqua

Metodo di preparazione: fare un decotto lasciando bollire per 1/4 d’ora, mettere nella vasca e rimanervi per 1/4 d’ora. Dopo rimanere 10 minuti sul letto.

Controindicazioni dell’alloro

Non sono segnalate controindicazioni per l’uso dell’alloro.

Attenzione: non va confuso con l’alloro lauroceraso che è tossico.

Share.

Leave A Reply