Mal di testa: cause e rimedi naturali veloci

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Il mal di testa, comunemente indicato come cefalea o emicrania, è un dolore localizzato all’interno del capo o sulla parte superiore del collo, piuttosto persistente e che colpisce con una certa regolarità. In genere si distinguono tre tipi di mal di testa: emicrania, cefalea tensiva e cefalea a grappolo.

L’emicrania consiste solitamente in una serie di attacchi che possono avere la durata di qualche ora ma anche di alcuni giorni. Spesso con l’emicrania si manifesta anche la sinusite, che comporta un’infiammazione acuta dei seni paranasali. La cefalea tensiva invece è quel tipo di mal di testa che colpisce generalmente gli adulti, non è ereditaria e può durare molto a lungo, anche per diversi anni. La cefalea a grappolo, infine, si distingue per il dolore molto intenso localizzato all’orbita e alla tempia, spesso accompagnato da lacrimazione degli occhi e palpebre gonfie.

Le cause del mal di testa

Come individuare le cause del mal di testa? Indubbiamente l’insorgere di questo intenso dolore dipende da diversi fattori, che spesso si presentano insieme e che possono dipendere da sforzi fisici o postura scorretta, stress, stanchezza, abuso di fumo e alcol. Anche l’insonnia può essere la causa di forti attacchi di emicrania, che possono essere condizionati anche da fattori genetici, fumo sia attivo che passivo, utilizzo di medicine particolari come la pillola anticoncezionale, dal digiuno e persino da alcuni alimenti. Altri fattori come i cambiamenti climatici e l’abuso di caffeina incidono nel provocare frequenti attacchi di mal di testa.

Mal di testa: i sintomi

I sintomi principali sono dolore e stanchezza, spesso accompagnati da una sensazione di rigidità generale o localizzata al dorso o a livello lombare. Frequenti tra i sintomi anche i disturbi del sonno, caratterizzati da frequenti risvegli notturni, e anche il dolore al volto, che si presenta alla mascella o alla mandibola.

Mal di testa: la prevenzione

Come prevenire il mal di testa? Ebbene, qualcosa si può fare per prevenire questo disturbo, magari cambiando alcuni stili comportamentali che possono apportare notevoli benefici. Ad esempio, praticare attività fisica aiuta a prevenire le emicranie e migliora anche il sonno. Infatti, migliorare anche la qualità del sonno è importante per evitare violenti attacchi di emicrania: quindi, è fondamentale andare a letto e alzarsi alla stessa ora, così da abituare il corpo ad una certa regolarità. Per riposare in modo adeguato è necessario dormire almeno 6 ore a notte. Un altro modo per prevenire questo disturbo è quello di bere molta acqua: pare infatti che bere poco contribuisca ad aumentare il mal di testa.

Diagnosi

Per effettuare una diagnosi di cefalea primaria il medico solitamente ricorre ad un accurato esame del paziente dietro descrizione dettagliata dei sintomi. Esistono comunque strumenti che permettono di eseguire esami approfonditi sul mal di testa come l’elettroencefalogramma o la Tac cranica, da eseguire in base alla gravità degli attacchi, alla presenza di sintomi associati e di determinati fattori aggravanti. Altri esami utili ad individuare l’origine del mal di testa sono la risonanza magnetica nucleare, l’angio-Tc e angio-Rm, la rachicentesi.

Rimedi naturali per il mal di testa

Curare il mal di testa con i rimedi naturali è possibile e sono tante le soluzioni per alleviare il dolore e poter condurre una vita regolare. Prima di tutto, è bene cercare di regolarizzare il sonno: infatti, dormire poco o troppo può causare frequenti mal di testa.

Tra le piante benefiche per il mal di testa l’estratto di menta è un rimedio efficace e permette di ottenere una consistente riduzione del dolore. Basta applicare qualche goccia di estratto sulla fronte e sulle tempie per ottenere un immediato sollievo. Anche una soluzione di mentolo al 10 per cento può alleviare il dolore nel giro di qualche ora: anche questa va strofinata sulla fronte o sulle tempie per assicurarne l’efficacia.

Un altro rimedio naturale per il mal di testa, e sicuramente molto antico, è la patata: applicare delle fette di patate sulle tempie, sulla fronte o sugli occhi riduce il dolore e lo fa addirittura scomparire. Basta tenerle mezz’ora bloccate con una fascia per trarne beneficio.

Infine, anche le tisane rilassanti giocano un ruolo importante nella cura del ma di testa: una tisana alla camomilla o alla valeriana aiuta a rilassarsi e allevia tensione e dolore.

Altre piante utilizzate nel trattamento del mal di testa sono la melissa e la passiflora, che hanno proprietà sedative e rilassanti, capaci di calmare i muscoli e il sistema nervoso; anche il Partenio è una pianta impiegata nel trattamento dell’emicrania per la presenza dei flavonoidi ed esercita un’azione spasmolitica sulla muscolatura.

Un’altra soluzione naturale contro il mal di testa sono i Fiori di Bach, che favoriscono la depurazione dell’organismo e aiutano a liberarsi dalle tossine e dalle scorie metaboliche. I fiori di Bach eliminano anche i pensieri negativi che ricorrono nella mente e si trasformano in frequenti mal di testa. Anche l’artiglio del diavolo è una pianta dotata di molte proprietà curative ed esercita un’azione benefica sul corpo con le sue proprietà rilassanti.

Mal di testa: l’alimentazione consigliata

Anche l’alimentazione può scatenare ed accentuare il mal di testa. In particolare, contribuiscono ad aumentare il dolore gli alimenti ricchi di istamina, sostanza che si trova nei formaggi fermentati, salumi stagionati, alimenti inscatolati, pomodori, spinaci e carne di maiale; gli alimenti ricchi di tiramina, come alcuni tipi di formaggi, salumi, pesce, uva, fichi, patate, fave, pomodori, spinaci e cavolfiori; gli alimenti contenenti bisolfiti, ovvero le sostanze addizionate agli alimenti per l’azione conservativa e contenute nel vino, nella birra, nelle bevande analcoliche, nell’aceto e negli alimenti in scatola.

Anche la presenza di anemie o carenza di vitamine può favorire l’insorgere del mal di testa. In genere, un’alimentazione equilibrata e naturale, con prevalenza di alimenti freschi, poco raffinati e di provenienza biologica, è un’ottima prevenzione nella cura del mal di testa.

Consigli utili per il mal di testa

Tra i consigli utili per combattere il mal di testa l’aromaterapia è senza dubbio uno dei più validi. Infatti, tra i profumi prodotti dalle piante aromatiche vi sono delle essenze balsamiche che curano la cefalea dovuta a sinusite e quelle ad azione rilassante che agiscono sul sistema nervoso, utilizzate per curare la cefalea muscolo-tensiva, causata da nervosismo e stress. Questi oli essenziali possono essere inalati tramite diffusione ambientale o attraverso saune e bagni aromatici. Sono anche applicabili tramite suffumigi oppure frizionabili sulle tempie con un leggero massaggio. Ecco quali sono i più indicati:

  • Olio essenziale di eucalipto: calma l’irritazione delle mucose nasali, ha un’azione espettorante sul catarro e facilita l’espulsione del muco. Efficace nel caso di mal di testa causato da sinusite, rinite e congestione nasale.
  • Olio essenziale di lavanda: ha un’azione riequilibrante sul sistema nervoso centrale e agisce come tonico e come potente sedativo. Utile per calmare l’ansia e il nervosismo, allevia il mal di testa e i disturbi causati dallo stress. Inoltre, concilia il sonno.
  • Olio essenziale di basilico: è l’olio che permette alla testa di purificarsi rendendola libera e attiva.
  • Olio essenziale di cipresso: utile quando il mal di testa compare insieme alle mestruazioni, l’olio essenziale di cipresso regala armonia al corpo e riequilibra gli sbalzi ormonali.

Nel caso non si conosca l’origine del mal di testa e si cerca di alleviarne i sintomi, un buon rimedio è anche il salice, ottimo sostitutivo dell’aspirina e noto per le sue proprietà analgesiche, antipiretiche, antinfiammatorie e antireumatiche.

Inoltre, è anche consigliabile concedersi delle pause di relax e le pause dedicate alla cura del corpo e della mente per ridurre la sensazione del dolore e l’insorgere di attacchi di mal di testa.

Share.

Leave A Reply