Zucca: proprietà, benefici, valori nutrizionali, usi e controindicazioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

La zucca è considerata il tipico ortaggio autunnale, un vero e proprio dono che la natura ci mette a disposizione, ricco di componenti salutari per il nostro organismo e per questo non dovrebbe mai mancare a tavola nei mesi in cui è disponibile. Cerchiamo di scoprire le proprietà della zucca, i benefici per la salute, gli usi che se ne possono fare in cucina o per la bellezza e, se ci sono, le controindicazioni.

Zucca: informazioni generali e valori nutrizionali

La zucca è un ortaggio di dimensioni notevoli e forma arrotondata appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae diffusosi nel Vecchio Continente grazie ai coloni spagnoli a partire dal ‘500; in Italia, anche attualmente, se ne fa un largo impiego, sebbene la sua coltivazione, per motivi essenzialmente climatici, appartenga solamente ad alcune regioni del Settentrione.

Esistono diverse varietà di zucca, ma valori nutrizionali e benefici per l’organismo sono quasi gli stessi.

La zucca è fonte di vitamine del gruppo B, C e minerali, fra cui spiccano fosforo, potassio, selenio, zinco, calcio e magnesio; il basso contenuto di glucidi e di lipidi, rende il consumo della zucca adatto anche a chi soffre di diabete (senza esagerare) e a chi sta seguendo un regime dietetico ipocalorico.

Ovviamente la zucca si compone anche di una elevata percentuale di acqua e di betacarotene, precursore della Vitamina A.

Zucca: proprietà e benefici per la salute

Dunque il mix di vitamine e sali minerali contenuti, fa della zucca un ortaggio eccellente dal punto di vista nutrizionale, e il minimo contenuto di calorie, grassi e zuccheri, ne rende adatto il consumo praticamente a tutti (salvo diverse indicazioni del medico).

Fra i maggiori benefici della zucca vi sono:

1. Prevenzione delle patologie cardiovascolari

Tale beneficio si ottiene soprattutto grazie alla presenza del betacarotene, un antiossidante utile a contrastare l’insorgenza dei radicali liberi, e degli Omega 3, grassi “buoni” che aiutano a ridurre il colesterolo “cattivo” e i trigliceridi; inoltre essi aiutano a regolarizzare la pressione sanguigna e diminuiscono la possibilità di formazione di placche aterosclerotiche, allontanando il pericolo di ictus ed infarto.

In autunno quindi, portare in tavola un paio di volte a settimana la zucca, rappresenta una efficace azione preventiva per l’apparato circolatorio ed il cuore.

2. Stitichezza

La zucca è un toccasana per l’intestino grazie soprattutto all’acqua e all’alto contenuto di fibre, un mix che favorisce un corretto funzionamento di questo organo fondamentale per il nostro benessere. La zucca migliora il transito intestinale e riequilibra la flora batterica.

Chi soffre di colite, emorroidi e disturbi intestinali, può trovare nella zucca un valido alleato.

3. Ansia, nervosismo e insonnia

I disturbi di tipo ansioso possono essere attenuati da un regolare consumo di zucca poiché essa contiene una buona percentuale di magnesio, un eccellente ed insostituibile miorilassante naturale (distende i muscoli e facilita il rilassamento).

Va sottolineato che tale tipo di problemi, quelli in pratica di origine nervosa, sono oggi decisamente più comuni di una volta, complice la vita frenetica che quasi sempre si conduce; introdurre il magnesio nella dieta di tutti i giorni aiuta a combattere situazioni di ansia e stress, con benefici sia fisici che umorali.

Un ulteriore alleato in tal senso, per quanto riguarda la zucca, è il triptofano, un aminoacido molto importante in quanto direttamente coinvolto nella produzione di serotonina, di cui è un precursore, detta anche “ormone del buonumore” perché una sua carenza comporta disturbi depressivi ed ansiosi.

Ciò si rivela utile anche in caso di insonnia, quasi sempre connessa ad ansia, stress e nervosismo: consumare zucca facilita l’arrivo del sonno e la sua qualità.

4. Ritenzione idrica

La zucca, come già detto, contiene una elevata percentuale di acqua e potassio, elementi che, favorendo la diuresi, contrastano efficacemente la ritenzione idrica, un problema comune (soprattutto nelle donne) dovuto a questioni ormonali, ma anche ad uno stile di vita poco corretto (ad esempio abuso di sodio nell’alimentazione, sedentarietà, poco consumo di acqua ecc.).

La zucca favorisce dunque l’eliminazione dei liquidi in eccesso, aiutando a sgonfiarsi e ad eliminare scorie e tossine.

5. Protezione delle vie urinarie

Nella zucca (nei semi in particolare) è presente un aminoacido raro e prezioso chiamato Cucurbitina, che ha ottime proprietà vermifughe ed antiparassitarie utili sia a tenere pulito l’intestino che le vie urinarie (le probabilità di ammalarsi di prostatite e cistite si allontanano).

6. Ulcera

Il succo di zucca, da ottenere tramite centrifuga, è ottimo in caso di ulcera e di acidità di stomaco. La medicina naturale consiglia di assumerne tre bicchieri al giorno, un’ora e mezza circa prima dei pasti.

7. Scompensi ormonali

La medicina naturale indica la zucca come una preziosa alleata in caso di scompensi ormonali, soprattutto quelli dovuti al menarca e all’adolescenza e alla menopausa.

8. Protezione di pelle e capelli

Le vitamine, gli antiossidanti e i sali minerali contenuti nella zucca, costituiscono un mix benefico eccezionale per la protezione e salute di capelli, pelle e unghie.

Come utilizzare la zucca?

Chi non le ha mai usate o almeno viste nel periodo di Halloween a mo’ di facce spaventose a scopo decorativo all’ingresso delle abitazioni?

Inoltre la zucca è buona e versatile: il suo sapore dolciastro si presta alla preparazione di moltissime pietanze, dagli antipasti ai contorni, passando per i primi, i risotti in particolare, e secondi.

Zucca: usi cosmetici

Per via delle sue numerose proprietà, la zucca può essere impiegata con successo nella preparazione di creme e maschere fai-da-te per la bellezza della pelle e dei capelli.

Ecco qualche ottima e facile ricetta da provare subito:

Maschera lenitiva e purificante

Schiacciate con una forchetta una fettina di zucca lessata oppure cotta al vapore, dopo averla fatta raffreddare ed aggiungete un cucchiaio di succo di limone biologico (non trattato) spremuto fresco.

Applicate sul viso, lasciate agire per circa mezz’ora ed infine sciacquate con abbondante acqua tiepida

Scrub rigenerante e ringiovanente

Mescolate in una ciotolina della purea di zucca con dello zucchero di canna fino a creare un composto grumoso ed omogeneo, dopodichè applicate lo scrub e massaggiate su tutto il corpo inumidito con acqua tiepida prima di fare la doccia.

Maschera viso per pelle secca

Per preparare questa maschera viso naturale mescolate bene della purea di zucca (all’incirca il quantitativo di una tazzina di caffè), 1 cucchiaino di olio di oliva e 1 cucchiaino di miele fino a creare un composto omogeneo. Applicate la maschera sul viso, lasciate agire per 20 minuti circa e infine sciacquate con acqua tiepida.

Impacco per mani screpolate

Create una sorta di “pappa” mescolando purea di zucca, 1 cucchiaino di olio di mandorle dolci (in alternativa potete usare 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva) e 1 cucchiaino di miele, quindi mettete l’impacco sulle mani e lasciatelo agire per almeno un quarto d’ora, poi togliete tutto con dell’acqua tiepida.

Maschera viso rigenerante

Mettete nel frullatore mezza mela verde tagliata a pezzetti, purea di zucca (circa una tazzina di caffè), 1 cucchiaino di miele, 1 o 2 cucchiai di latte e un pizzico di cannella; quando avrete ottenuto un composto omogeneo e consistente, applicatelo sul viso e fatelo agire per 15/20 minuti, infine sciacquate con abbondante acqua tiepida

Scrub viso

Per detergere a fondo la pelle del viso e renderla più ricettiva e pronta ad assorbire i principi benefici dei trattamenti successivi, fate uno scrub viso mescolando due cucchiai di purea di zucca, 2 cucchiai di yogurt bianco naturale e dello zucchero integrale di canna; massaggiate delicatamente con movimenti circolari sul viso, infine sciacquate con acqua tiepida ed applicate una crema idratante adatta al vostro tipo di pelle

Maschera nutriente e rinvigorente per capelli

Mescolate della purea di zucca (per la quantità regolatevi in base alla lunghezza dei vostri capelli), 4 cucchiai di yogurt bianco naturale e due cucchiai di miele, creando un composto omogeneo. Distribuite sui capelli e infilate una cuffia per doccia, lasciate in posa per almeno mezz’ora, sciacquate e fato lo shampoo come d’abitudine.

Trattamento piedi

Per piedi lisci, morbidi e sani, mescolate della purea di zucca (una tazzina di caffè più o meno) con un uovo e 1/2 cucchiaino di miele. Frullate perfettamente gli ingredienti ed applicate il composto sui piedi e i talloni massaggiando profondamente per far penetrare i principi attivi e lasciate in posa per un quarto d’ora (anche di più se potete). Sciacquate tutto con acqua tiepida: la pelle sarà come rinata e sentirete i piedi più leggeri e sani.

Zucca: uso in cucina

La zucca è un ortaggio versatile che si presta ad essere cucinato e preparato in tanti modi diversi: non vi resta che munirvi di un buon ricettario e di un pizzico di fantasia per sperimentare e provarne tutte le qualità.

La polpa della zucca può essere mangiata sia cotta che cruda (in tal modo mantiene intatte tutte le sue virtù nutritive), ma anche i semi sono molto buoni e salutari.

Non ci sono limiti alla cottura della zucca: a seconda dei gusti e delle esigenze, la si può fare al vapore, lessa e in forno.

La purea di zucca si può utilizzare in mille modi: è ottima con il risotto (per contrastare la dolcezza della zucca si può aggiungere del pepe nero) ma anche con la pasta, così come contorno semplice, veloce e salutare per accompagnare ogni tipo di cibo (carni soprattutto).

Per una colazione diversa dal solito e per iniziare la giornata con sprint ed energia, il centrifugato di zucca e carota è perfetto se bevuto a digiuno, mentre i semi, tostati in forno per qualche minuto, sono un simpatico snack da sgranocchiare in qualsiasi momento della giornata (i semi di zucca si possono acquistare anche al bar o al supermercato in pratiche bustine monodose).

Quando comprate la zucca al mercato, assicuratevi che essa sia fresca e di qualità, poi conservatela in un luogo fresco e asciutto; una volta tolta la buccia, mettete la zucca in frigorifero.

La zucca può essere anche congelata: cuocetela, tagliatela a cubetti e mettetela nei sacchetti per la congelazione.

Zucca: controindicazioni ed effetti collaterali

Ma la zucca ha solo virtù e nessuna controindicazione?

In realtà è proprio così: il suo consumo è indicato a soggetti di qualsiasi sesso ed età purché non sussista una specifica e comprovata allergia a riguardo.

Solo una raccomandazione: i semi contengono più calorie e grassi rispetto al resto dell’ortaggio, pertanto cercate di non esagerarne il consumo, ancora di più se siete a dieta.

Zucca: cenni storici e curiosità

L’uso della zucca si perde nella notte dei tempi.

Sappiamo con certezza che essa era coltivata ed apprezzata già presso gli Egiziani, i Greci, i Romani e gli Arabi, anche se la sua origine e provenienza era, quasi certamente, indiana.

Ovviamente la zucca veniva usata per cucinare, ma non solo: le dimensioni ragguardevoli e la forma particolare la rendevano idonea alla creazione di oggetti e suppellettili per la casa, come contenitori per il sale e le spezie ad esempio, ma anche per la realizzazione di piatti, ciotole, cucchiai e persino strumenti musicali (le famose maracas sudamericane).

La zucca giunse in Italia e in Europa grazie a Cristoforo Colombo, ma non venne immediatamente apprezzata e a lungo fu considerata, erroneamente, un alimento scialbo (non se ne conoscevano ancora le qualità nutrizionali) adatto al popolino.

Le carestie che nel corso dei secoli colpirono numerosi Paesi del Vecchio Continente, data la scarsezza generale di cibo, portarono anche le classi più abbienti a rivalutare il sapore e la versatilità della zucca, che iniziò così a diffondersi in tutte le classi sociali.

L’origine del nome “zucca” è controverso, ma sembra che esso derivi dal latino “cocutia”; in passato, ed attualmente nel dialetto di alcune zone meridionali d’Italia, essa veniva detta “cocuzza”.

Share.

Leave A Reply