Come rilassarsi: consigli utili contro ansia, stress e nervosismo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Come rilassarsi? Ansia, stress e nervosismo assalgono un numero sempre maggiore di persone di ogni sesso, età e condizione sociale, complice anche, certamente, la vita frenetica che oggi quasi sempre si conduce.

Alcuni soggetti sono più predisposti di altri a soffrire di questo tipo di disturbi, ma è pur vero che il numero di uomini e donne coinvolti cresce di continuo e con una velocità allarmante, tanto che ogni giorno medici e scienziati si impegnano nel mettere a punto terapie e farmaci sempre più mirati ed efficaci.

In realtà non sempre l’ansia è o diventa patologica, ma episodi di nervosismo eccessivo e panico non devono mai essere trascurati, poiché, se non opportunamente e tempestivamente trattati, tendono a peggiorare e ad inficiare lo svolgimento delle normali attività quotidiane al punto che si è poi costretti a rivolgersi ad un medico.

Ecco perché gestire l’ansia ed imparare a rilassarsi è fondamentale, anche perché tutti possiamo imparare a farlo e trarne benefici evidenti: di seguito trovate qualche buon consiglio in merito da mettere subito in pratica.

Come rilassarsi con i rimedi naturali: erbe, infusi e tisane

Come è noto, in natura esistono molte erbe dalle proprietà calmanti e sedative che possono aiutare a risolvere, o almeno ad attenuare, stati di ansia, nervosismo e stress. Una buona tisana o un infuso fumante possono, in certi momenti, rivelarsi risolutivi e comunque rappresentano sempre una pausa di relax che non può non far bene.

In tal caso le erbe più indicate sono:

  • malva, dalle spiccate virtù rilassanti;
  • passiflora, ottima contro gli attacchi di ansia;
  • camomilla, un classico antistress efficace anche contro i dolori fisici di stomaco ed intestino;
  • tiglio, un valido aiuto per l’insonnia;
  • fiori di Bach, noto rimedio omeopatico che va adattato al singolo caso;
  • lavanda, funziona contro il mal di testa da ansia e stress;
  • biancospino, in grado di attenuare le palpitazioni.

Tutte le erbe sopra menzionate si possono acquistare già pronte in pratiche bustine monodose, ma è anche possibile mixarle per meglio adattarle alle proprie esigenze: chiedete consiglio all’erborista.

Come rilassarsi con lo yoga

I benefici dello yoga su corpo e mente sono noti da secoli: è possibile praticarlo in palestra sotto la guida di un maestro esperto (sarebbe la soluzione migliore) ma, se proprio non se ne ha la possibilità, si può fare anche in casa armandosi semplicemente dell’abbigliamento corretto (qualcosa di morbido che non intralci i movimenti) e di un tappetino. Le posizioni di base, rilassanti e terapeutiche, non sono difficili da imparare e di seguito ve ne indichiamo qualcuna:

1. Sdraiatevi sul letto o per terra e poggiate le gambe al muro tenendole più in alto rispetto al resto del corpo e mettete le mani sul petto oppure sotto la testa; respirate profondamente cercando di scacciare dalla vostra mente tutti i pensieri negativi.

2. Distendetevi supini mettendo un cuscino sotto la testa, portate le gambe al petto e abbracciatele lentamente, quindi portate la testa verso le gambe cercando di creare, con il vostro corpo, una palla, quindi riportate la testa sul cuscino.

Durante l’esercizio respirate profondamente cercando di scacciare via ogni brutto pensiero: la respirazione è fondamentale nello yoga, ma lo è in generale, sempre ed in qualsiasi momento, per allontanare ansia, stress e nervosismo

Come rilassarsi con le passeggiate

Se non si ha la possibilità di fare yoga, è praticamente impossibile invece non trovare almeno mezz’ora per concedersi una passeggiata.

Scegliete un parco o comunque un luogo tranquillo e lontano dallo smog e dal caos cittadino: camminare fa bene non solo al fisico, ma anche alla mente, soprattutto se si fa di tutto per scansare dalla testa ogni pensiero negativo. Respirate a pieni polmoni aria fresca e pulita: i benefici saranno immediati e molteplici.

Ritagliatevi un momento tutto per voi

Proprio così: ogni giorno, anche solo per cinque minuti, staccate la spina da qualsiasi attività e concedetevi un momento di benessere tutto per voi. Sfruttatelo come volete: sorseggiando una cioccolata calda o una tisana rilassante, mangiando un gelato assaporandolo fino in fondo, leggendo qualche pagina di un libro o una poesia, ascoltando musica o, semplicemente, godendovi il panorama e la natura circostante dalla vostra finestra e vi sentirete subito meglio.

Per cinque o dieci minuti al giorno, ma anche di più se ve lo potete permettere, staccate tablet, pc, telefoni e tv: concentratevi si voi stessi, respirate profondamente e, solo per qualche momento, lasciate fuori il mondo.

Passioni e hobby

Sembra scontato, ma è sempre bene ribadirlo: coltivare le proprie passioni e/o avere un hobby che riempie le nostre giornate, fa stare meglio ed allontana ansia, nervosismo, stress e depressione.

Tutto va bene, purché ci piaccia farlo, ma per i tipi particolarmente ansiosi ci sono attività più adatte di altre, come dipingere (bellissimo e molto consigliato!), darsi al giardinaggio (curare le piante e i fiori cura anche noi!), suonare uno strumento musicale, disegnare e praticare un’attività fisica come camminare e lo yoga.

Non sapete cosa scegliere? Provatene una, poi magari un’altra e un’altra ancora, finché non troverete ciò che fa per voi e vedrete che non potrete più smettere!

Alimentazione

Ebbene sì: ansia, stress, nervosismo e depressione si combattono anche a tavola. Del resto noi siamo, in gran parte, ciò che mangiamo e alcuni cibi influiscono sul nostro stato psicologico migliorandolo, mentre altri sarebbero da evitare.

Gli alimenti consigliati in tal senso sono i cereali integrali (contengono magnesio, la cui carenza può provocare stati d’ansia), i mirtilli, il latte e la lattuga; questi ultimi due in particolare, sono ricchi di triptofano, un precursore della serotonina, un neurotrasmettitore il cui corretto funzionamento è alla base del benessere psichico (altrimenti subentrano stati depressivi).

Ecco perché le nostre nonne non sbagliavano nel consigliare un buon bicchiere di latte caldo prima di andare a letto per prendere sonno più facilmente: ha un potere calmante e sedativo.

Cosa evitare invece?

Ovviamente tutte le sostanze eccitanti come la caffeina e la teina, così come le bibite energetiche tanto amate dagli sportivi; questi alimenti non devono essere banditi completamente dalla propria dieta, ma solo consumati con moderazione e mai dopo le cinque della sera, per non disturbare il sonno.

Per lo stesso motivo sarebbe opportuno concedersi pasti più ricchi durante il giorno e mantenersi leggeri a cena: mangiare pesante prima di mettersi a letto, oltre a poter innescare l’insonnia, influisce negativamente sulla qualità del riposo notturno, fondamentale per sentirsi bene ed affrontare al meglio la giornata, ma anche per allontanare i problemi di ansia, nervosismo e stress.

Share.

Leave A Reply