Cellulite: cause, rimedi naturali, alimentazione e consigli per prevenirla

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Cos’è la cellulite? Perché compare? Quali sono le cause della cellulite? Scopriamo in questo articolo come eliminare la cellulite in modo naturale, l’alimentazione consigliata, i più efficaci rimedi naturali per combattere la cellulite ed alcuni consigli per prevenire questo inestetismo.

Fino ai primi del ‘900 la pannicolopatia edemato fibrosa, sicuramente più nota come cellulite, era considerata un semplice inestetismo cutaneo tipicamente femminile con il quale, vista la scarsità di rimedi, si doveva convivere (e possibilmente nascondere), ma poi si è scoperto che si tratta invece di una vera e propria patologia, dovuta a complessi meccanismi fisiologici, che tuttavia si può combattere, sconfiggere e prevenire agendo su più fronti.

Tutte le donne, di qualsiasi età e costituzione, sanno bene quanto la cellulite sia ostica, ma non è invincibile se si attuano le strategie giuste.

Cerchiamo di conoscere meglio sintomi e cause di questo nemico giurato del genere femminile, per poterlo contrastare efficacemente con l’alimentazione, lo sport, i rimedi naturali e i cosmetici migliori.

Cos’è la cellulite?

La nominiamo più o meno ogni giorno e la detestiamo con tutte le nostre forze, ma cosa sappiamo davvero della cellulite?

Cos’è di preciso?

La cellulite consiste in una progressiva degenerazione del tessuto sottocutaneo; in pratica le cellule adipose si trovano immerse in una eccessiva quantità di liquidi, che comporta la formazione di tessuto fibroso quasi sempre doloroso al tatto (se spingete la pelle con il dito sentite una sensazione di fastidio).

Riconoscere la cellulite a vista è fin troppo semplice, in quanto la pelle assume il tipico ed antiestetico aspetto “a buccia di arancia”.

Generalmente la cellulite, favorita anche da particolari condizioni ormonali, compare nell’età dello sviluppo e si attenua dopo la menopausa.

Le zone del corpo colpite sono soprattutto cosce, addome, fianchi, glutei, caviglie e braccia.

Cellulite: quali sono i sintomi?

I sintomi della cellulite sono diversi a seconda della gravità dello stadio in cui essa si trova.

Quando la cellulite è ancora allo stadio 1, si avvertono solo gonfiore e senso di pesantezza continui dalla vita in giù, ma è soltanto allo stadio 2 che essa diventa anche visibile sulla pelle, che appare pallida, arrossata e come rilassata, priva della sua naturale elasticità, con evidenti capillari dilatati e ramificati; basta stringere la pelle fra le dita per constatare la tipica consistenza “a buccia di arancia”.

Gli stadi 3 e 4 sono quelli più seri, nei quali il disturbo è talmente profondo da richiedere l’intervento del medico e/o specialista dermatologo: la pelle diventa molto rugosa e rovinata, decisamente non più sana, l’area colpita si fa dura e dolente e non di rado compaiono ematomi.

Cellulite: quali sono le cause?

La causa della cellulite è la ritenzione idrica, che consiste in un ristagno di liquidi nel corpo che produce un rigonfiamento anomalo. Tale condizione, unita ad una circolazione venosa e linfatica non ottimale e ad un eccesso di scorie e tossine nell’organismo, fa sì che in queste zone del corpo non giungano ossigeno e nutrienti a sufficienza e questa pessima combinazione di fattori dà proprio, come risultato, l’odiosa “buccia d’arancia”.

Ma da cosa è provocata la ritenzione idrica?

Indubbiamente esiste una predisposizione genetica ed ormonale, tanto che ad esserne colpite sono quasi esclusivamente le donne, ma essa scaturisce anche in larga misura da abitudini alimentari sbagliate, sedentarietà, chili in eccesso, fumo e consumo di alcol.

Ciascuno dei suddetti elementi infatti, incide negativamente sul ristagno dei liquidi, sui capillari e la circolazione sanguigna in genere e, come evidente, sulla comparsa di edemi e gonfiori localizzati.

La buccia d’arancia insomma, è una infiammazione delle fibre dermiche la quale, oltre che dalle cause sopra citate, può derivare anche, magari in combinazione con le altre, da un ridotto apporto di liquidi, dall’assunzione di farmaci estro-progestinici, dall’uso di un tipo di abbigliamento troppo costrittivo, dai tacchi troppo alti e da continue oscillazioni del peso corporeo.

Come eliminare la cellulite? Ecco i più efficaci rimedi naturali.

La cellulite si può prevenire, combattere ed eliminare, sia dall’interno sia agendo direttamente sulla cute, con una serie di rimedi naturali economici, efficaci e alla portata di tutti.

Per quanto riguarda i primi, essi agiscono sulla circolazione e sul ristagno dei liquidi favorendo il benessere dell’organismo ed un reale e visibile miglioramento dell’inestetismo.

Ecco i migliori rimedi naturali contro la cellulite:

Acqua

Si può affermare che essa costituisca la base stessa di ogni programma anticellulite: bevete almeno due litri di acqua naturale al dì iniziando fin dal mattino al digiuno.

Tisana sgonfiante anticellulite

Infusi e tisane con le erbe giuste sono alleati imprescindibili contro la buccia d’arancia. Questa tisana serve a ridurre la ritenzione idrica e a donare più elasticità e sodezza alla pelle.

Miscelate 40 grammi di finocchio, 20 grammi di anice verde, 20 grammi di psillio, 10 grammi di cumino, 5 grammi di cardamomo e 5 grammi di menta piperita. In 250 ml di acqua bollente (usate quella in bottiglia, l’acqua del rubinetto è troppo calcarea) mettete 1 cucchiaio di miscela erboristica e lasciate il tutto in infusione per 10 minuti circa. Bevetene due bicchieri al giorno.

Tisane drenanti

Sono utilissime per migliorare il microcircolo e favorire un corretto smaltimento dei liquidi in eccesso; in erboristeria trovate queste tisane in pratiche bustine monodose pronte all’uso (per modalità e dosaggio leggete quanto riportato sulla confezione). Le erbe più utilizzate sono centella asiatica, mirtillo, vite rossa e ippocastano.

Acqua anticellulite fai-da-te

Hai mai sentito parlare delle acque aromatizzate? Le vip sono state le prime a pubblicizzarle e da lì la moda è dilagata: sono naturali al 100%, dissetanti, idratanti e, a seconda della frutta e della verdura aggiunte, hanno effetti benefici mirati.

Per preparare un’acqua anticellulite aggiungi a mezzo litro di acqua naturale (sempre rigorosamente imbottigliata) un cetriolo medio e un limone biologico (non trattato) tagliati a fettine, due cucchiaini di zenzero fresco grattugiato e 10 foglioline di menta. Agita bene e metti in frigo tutta la notte; il mattino seguente filtrala e bevila ogni volta che ti va.

Orthosiphon

L’orthosiphon è una pianta depurativa che facilita l’eliminazione delle tossine, pertanto si rivela un toccasana in caso di cellulite. In erboristeria si può acquistare sotto forma di bustine, foglie essiccate per infusi e tisane e come integratore in compresse.

Bagno anticellulite

La cellulite si può combattere anche nella vasca aggiungendo all’acqua 1/2 volte a settimana 50 grammi di sale grosso integrale e 30 grammi di fucus in polvere. La temperatura non deve superare i 37°C. Questo trattamento è altamente detossinante, snellente e riducente.

Scrub anticellulite fai da te

Lo scrub serve a pulire a fondo la pelle e a liberarla da sporco e cellule morte, dopodiché essa sarà decisamente più ricettiva e pronta ad assorbire i principi attivi dei trattamenti successivi.

Per scrub anticellulite casalinghi (e non solo) l’ingrediente di base è quasi sempre il sale, poiché esso risulta naturalmente drenante ed aiuta nello smaltimento di scorie e tossine; gli oli essenziali, le piante e le erbe giuste ne potenziano l’efficacia.

Per preparare un fresco scrub anticellulite alla menta e al pompelmo unite in una ciotola tre cucchiai di olio extravergine d’oliva e tre cucchiai di olio di mandorle dolci, aggiungete il succo di un pompelmo e mescolate bene. Unite infine 8/10 gocce di olio essenziale di menta piperita e mescolate ancora.

Applicate lo scrub ottenuto sulla pelle umida massaggiandolo delicatamente con movimenti circolari ed insistendo sulle zone affette da cellulite, lasciate agire qualche minuto e infine sciacquate.

Massaggi anticellulite

Anche i massaggi, da eseguire sempre dal basso verso l’alto e con estrema delicatezza, costituiscono una valida terapia naturale contro la cellulite. L’importante è usare gli oli vegetali ed essenziali idonei.

Un’ottima base è costituita dall’olio di mandorle dolci, elasticizzante e nutriente, soprattutto se decidi di eseguire il massaggio di sera; di giorno invece, ti conviene sostituirlo con il gel di Aloe, molto fresco e di assorbimento più rapido.

Gli oli essenziali migliori contro la buccia d’arancia sono quelli di limone, rosmarino, menta e ginepro. Effettua il massaggio tre volte a settimana a giorni alterni cominciando dalle caviglie e risalendo verso i glutei

Fango anticellulite fatto in casa

Anche i fanghi sono utili a contrastare la cellulite: si possono comprare già pronti in profumeria e in erboristeria oppure farli in casa. Puoi preparare da sola in casa un ottimo fango anticellulite sciogliendo un cucchiaino di sale integrale in un infuso di tè verde (puoi usare la bustina oppure il tè essiccato).

Aggiungi 5 cucchiai di argilla verde ventilata e mescola fino ad ottenere un composto omogeneo, dopodiché spalmalo sulle parti interessate, avvolgi con la pellicola trasparente e fai agire per 30/40 minuti. Sciacqua tutto con acqua tiepida.

Impacco al caffè contro la cellulite

Il caffè, grazie alla presenza della caffeina, è uno degli ingredienti principali che vanno a comporre i preparati contro la cellulite, ma è possibile utilizzarlo in 1000 modi diversi anche in casa.

Per un impacco eccellente (economicissimo!) mescola i fondi di caffè con un po’ di olio evo ed applica sulle aree del corpo interessate, poi avvolgi con la pellicola per alimenti e fai agire per mezz’ora, infine risciacqua con acqua appena tiepida. Puoi ripetere il trattamento ogni settimana.

Cellulite: l’alimentazione consigliata

La lotta alla cellulite inizia a tavola: tisane e trattamenti cosmetici sono del tutto inefficaci se non si adotta un regime alimentare sano ed equilibrato.

In linea di massima vale il principio secondo cui sarebbe opportuno seguire una dieta leggera e varia, ma esistono alimenti “amici”, che sarebbe bene introdurre spesso, ed altri assolutamente “nemici” della buona forma fisica (e della salute in genere): vediamo quali sono.

Ecco cosa mangiare contro la cellulite:

  • Asparagi. Grazie alla loro potente azione drenante e depurativa, gli asparagi riducono il ristagno dei liquidi e, di conseguenza, la pelle a buccia d’arancia.
  • Zenzero. Le note proprietà termogeniche di questa preziosa spezia proveniente dall’Oriente, stimolano il metabolismo aiutando a bruciare più grassi ed anche a combattere la ritenzione idrica, anticamera della pelle a buccia d’arancia.
  • Agrumi. Ricchissimi di vitamina C, bioflavonoidi e caroteni, straordinari antiossidanti, gli agrumi proteggono l’organismo dalle malattie degenerative, compresa la cellulite.
  • Frutta e verdura. Si sa, frutta e verdura devono far parte della dieta quotidiana di ognuno di noi. Oltre che insostituibili fonti di vitamine e sali minerali, la frutta e la verdura contengono elevate quantità di acqua, stimolano la diuresi e contribuiscono allo smaltimento delle sostanze di scarto.

I cibi da evitare, ovvero quelli che provocano o peggiorano la cellulite sono:

  • Sale. E’ indiscutibilmente l’alimento più dannoso riguardo la cellulite anzi, è di sicuro quello che maggiormente la favorisce, pertanto il suo consumo andrebbe il più possibile limitato. Il sodio inoltre, è contenuto in quasi tutti i cibi, quindi non serve e fa male aggiungerne altro; un eccesso di sodio può scardinare il delicato equilibrio elettrolitico dell’organismo, generando gonfiori localizzati. Sarebbe dunque un’ottima e salutare abitudine condire le pietanze con spezie ed aromi.
  • Zuccheri. Vanno ridotti gli zuccheri semplici e raffinati, quindi no a merendine conservate e prodotti da forno industriali.
  • Alcol. Lo abbiamo già detto, ma è bene ripeterlo: l’alcol, tra l’altro fortemente disidratante, favorisce la comparsa della cellulite o peggiora lo stato di quella eventualmente presente.
  • Salumi. I salumi sono carichi di sale, nitriti e nitrati: meglio abolirli del tutto.
  • Formaggio e pomodori: sembra l’abbinata più semplice del mondo invece sarebbe opportuno non consumare insieme formaggi e pomodori, poiché le loro alte concentrazioni di sale, favoriscono l’accumulo di liquidi che poi risultano difficili da smaltire.

Consigli per prevenire e combattere la cellulite

Uno stile di vita sano è la base da cui partire per prevenire ed eventualmente combattere la cellulite quindi, se odiate la pelle a buccia d’arancia e i cuscinetti adiposi, cercate di mettere in pratica i seguenti consigli:

Massaggiatevi con l’acqua

Proprio così: la doccia quotidiana può trasformarsi in un vero e proprio trattamento di bellezza perfetto per rassodare e tonificare la pelle del corpo, stimolare la circolazione sanguigna, favorire il drenaggio dei liquidi e tenere lontana la cellulite.

Non dovete fare altro che alternare il getto dell’acqua calda e dell’acqua fredda sulle parti interessate (di solito cosce, glutei, addome e braccia) quando avete finito di detergervi e vi siete risciacquate; prima di uscire dal box aspettate 5 minuti durante i quali dovete dirigere il getto, 30 secondi caldo e 30 secondi freddo alternativamente, dalle caviglie a risalire lentamente verso l’alto accompagnando il getto con movimenti circolari.

L’acqua, sfruttata in questo modo, esercita un gradevole massaggio che rende l’epidermide fin da subito più elastica e soda. Asciugatevi tamponando con l’asciugamano ed applicate il trattamento anticellulite che preferite (in crema, gel, olio ecc.)

Muovetevi

Il movimento è indispensabile per prevenire e sconfiggere la cellulite, ma senza esagerare e, soprattutto, dedicandosi all’attività giusta. Non tutti gli sport vanno bene infatti, così come esagerare sfiancandosi in allenamenti estenuanti si rivela addirittura controproducente.

Evitate bici, spinning, corsa, zumba e step, che spingono i liquidi a risalire verso l’alto, ed optate per tutte quelle discipline che attivano la circolazione degli arti inferiori e li tonificano, pertanto pilates, esercizi a corpo libero, squat, affondi, leg-press e sollevamenti laterali delle gambe usando cavigliere o elastici.

Anche camminare costituisce una scelta eccellente. La moderazione, qualsiasi sia l’attività scelta, è d’obbligo: l’eccesso di sport comporta la produzione di radicali liberi, che finiscono per danneggiare ulteriormente i tessuti che si trovano già in sofferenza. La costanza invece è tassativa: solo così otterrete risultati soddisfacenti.

Limitate il consumo di sale

Limitatelo a tavola il più possibile: come abbiamo spiegato, esso costituisce uno dei principali fattori scatenanti della ritenzione idrica, anticamera della cellulite. Abituatevi a condire i cibi con aromi e spezie.

Bevete tanta acqua

E’ la base fondamentale della dieta anticellulite: bevetene almeno 2 litri al giorno cominciando dal mattino a digiuno.

Indossate abiti leggeri e non troppo stretti

Non indossate capi troppo aderenti e costrittivi (ad esempio i jeans attilattissimi), poiché ostacolano la circolazione. Per lo stesso motivo relegate i tacchi alti alle occasioni speciali, ma non eccedete neppure nell’uso di scarpe ultrapiatte (come le ballerine); il tacco giornaliero giusto è quello medio, intorno ai 4-5 centimetri.

Smettete di fumare e limitate il consumo di alcol

Non fumate o, almeno, cercate di ridurre drasticamente il numero di sigarette quotidiane. Anche ridurre il consumo di alcol non può che farti bene.

Conclusione finale

Tenete sempre a mente che la cellulite è un problema complicato dovuto a varie concause, pertanto va affrontata aggredendola su più fronti: alimentazione corretta, buone abitudini di vita (in particolare no a fumo, alcol e sedentarietà), tanta acqua, movimento moderato e regolare, rimedi naturali e cosmetici, sono il mix indispensabile per riuscire a prevenirla, combatterla e debellarla.

Share.

Leave A Reply