Pori dilatati: cause e rimedi naturali per restringere i pori della pelle del viso

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Quello dei pori dilatati è un inestetismo molto diffuso: in pratica i pori della pelle del viso sono più larghi del normale, oltre che ostruiti da sebo in eccesso ed impurità di varia origine, e si rendono molto visibili.

Di solito riguardano le pelli tendenzialmente grasse e miste, ma non solo, e si concentrano su fronte, naso e dintorni e mento.

Di certo i pori dilatati sono tutt’altro che gradevoli da vedere e cercare di mascherarli con il trucco non è la soluzione giusta: bisogna combatterli e, possibilmente, eliminarli o almeno ridurli il più possibile.

Come fare?

I rimedi ci sono e quelli naturali sono efficaci ed economici: di seguito ve ne indichiamo alcuni tra i migliori, ma prima scopriamo le cause dei pori dilatati.

Pori dilatati: cause

Il tipo di pelle maggiormente soggetto alla formazione di pori dilatati è quella grassa: i pori, ostruiti da impurità, sporcizia e sebo in eccesso, si dilatano e diventano molto visibili.

Ciò accade a causa del surplus di lavoro delle ghiandole sebacee, che producono troppo grasso e portano alla formazione di punti neri e brufoli.

La presenza di pori dilatati, oltre che decisamente antiestetica, espone maggiormente la pelle all’aggressione di virus, funghi e batteri, portando spesso alla formazione dell’acne.

Fortunatamente tuttavia, vi sono molti rimedi naturali in grado di combattere efficacemente il problema: vediamo quali.

Pori dilatati: rimedi naturali efficaci

Ecco i migliori rimedi naturali contro i pori dilatati:

Pulizia

Sembra scontato, ma non lo è affatto: alla base della lotta ai pori dilatati, e di una pelle bella e sana, c’è una corretta pulizia del viso.

Ciò significa che la routine di detersione del viso e del collo deve essere accurata ed assidua: utilizzate i prodotti più adatti al vostro tipo di pelle e, in caso di pelle grassa, optate per detergenti in grado di opacizzare e restringere i pori.

Una o due volte a settimana, sarebbe opportuno eseguire uno scrub viso delicato per liberare l’epidermide da sporco e grasso in profondità e per renderla più ricettiva ad eventuali trattamenti specifici come maschere ed impacchi.

Vapori caldi

I suffumigi sono il più vecchio, economico ed efficace modo per liberare i pori in profondità da ogni traccia di sporco.

Fate bollire a lungo dell’acqua sul fuoco ed aggiungete qualche goccia di olio essenziale dal potere purificante (ad esempio lavanda, basilico e rosmarino), dopodiché versate in una bacinella della circonferenza all’incirca pari a quella del vostro viso e coprite con un asciugamano per cinque minuti.

Ponete il viso sulla bacinella coprendo la testa con l’asciugamano e lasciate che il calore allarghi i pori, che così saranno pronti per essere puliti a fondo e quindi a ricevere i successivi trattamenti.

Il suffumigio deve durare almeno 10/15 minuti.

Dopo il trattamento lavate il viso con acqua a temperatura ambiente (meglio ancora se utilizzate quella della bottiglia) e passate un guanto in microfibra molto delicato e ben pulito.

Se avete punti neri, applicate quegli appositi cerottini in vendita anche presso la grande distribuzione, perché la loro azione sarà più efficace.

Tonico a ph acido

Spesso lo si trascura e invece il tonico, nelle sue varie formulazioni, è un complemento essenziale per la salute e la bellezza del viso.

Il suo scopo è quello di eliminare gli ultimi residui di grasso, sporcizia e sebo e, oltre a ciò, avendo un ph acido, restringe i pori.

Ma quale tonico e come usarlo?

Sembra facile, ma è bene osservare qualche piccola regola.

Poiché il problema dei pori dilatati riguarda principalmente le pelli impure, usate un tonico specifico per questo tipo di cute e passatelo sul viso e sul collo picchiettandolo con un batuffolo di cotone; insistete soprattutto su fronte, naso, lati del naso e mento.

Scegliete un tonico privo di alcol, un ingrediente che finisce sempre per disidratare la pelle e per spingerla a produrre più sebo.

Aceto, aceto di mele e limone

L’aceto, l’aceto di mele e il limone, per via del loro ph acido, sono ottimi per restringere i pori della pelle nell’immediatezza, ma vanno usati con cautela.

Si tratta infatti di ingredienti sì del tutto naturali, ma che hanno un potere fortemente disseccante sulla cute, quindi usarli puri potrebbe essere rischioso.

Provate a diluirli con l’acqua (meglio se di bottiglia) e a picchiettarli con un batuffolo di cotone solo ed esclusivamente nelle zone del viso in cui i pori appaiono dilatati.

Acido salicilico

L’acido salicilico, per via del ph acido, è usato in maggiori concentrazioni nei prodotti cosmetici formulati per pelli grasse ed acneiche ma, in concentrazioni minori, è utilissimo a restringere i pori dilatati.

Dove trovarlo?

Si trova fra gli ingredienti di diversi gel detergenti indirizzati alle pelli impure: questi gel si massaggiano per qualche minuto sul viso inumidito insistendo sulla cosiddetta zona a T, dopodiché si risciacquano con abbondante acqua tiepida lasciando la pelle non solo pulita ma anche con i pori meno evidenti.

Dermaroller

Il dermaroller è un piccolo ma utile strumento dotato di un cilindro con aghetti scorrevole da passare sulla pelle per stimolarla a produrre più collagene, sostanza fondamentale per la compattezza della pelle; ebbene, grazie a questa azione, esso contribuisce notevolmente anche a ridurre la dilatazione dei pori nelle zone difficili.

Una raccomandazione: se avete la pelle acneica e problematica, gli aghetti dell’attrezzo potrebbero irritare e contribuire a trasportare i batteri da una parte all’altra del viso pertanto, prima di utilizzarlo, chiedete consiglio al dermatologo.

Maschera all’argilla

La maschera all’argilla è certamente uno dei modi più efficaci ed economici per purificare la pelle e, al tempo stesso, restringere i pori.

Crea la maschera mescolando due parti di argilla ed una di acqua, dopodichè spalma il composto sul viso e lascialo asciugare (impiega circa un quarto d’ora).

Infine sciacqua con acqua tiepida.

Spazzola sonica

La spazzola sonica è uno degli strumenti attualmente più sofisticati per trattare la pelle e restringere i pori.

A differenza di quella manuale infatti, la cui azione può essere paragonata a quella di uno scrub, essa “batte” sulla superficie sollevando lo sporco ed eliminandolo.

In commercio ve ne sono di vari tipi e marche, il costo è variabile, ma si tratta di un piccolo investimento per la cura e la bellezza della propria pelle.

E voi, quale rimedio utilizzate per combattere i pori dilatati?

Share.

Leave A Reply