Cetriolo: proprietà, benefici, usi e controindicazioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Il cetriolo, nome botanico Cucumis sativus, appartiene all’ampia famiglia delle Cucurbitaceae ed è un tipico ortaggio estivo, fresco e dissetante.

L’alta percentuale di acqua contenuta, fa sì che il cetriolo sia molto apprezzato nelle giornate in cui il caldo è più intenso e si ha voglia di mangiare cibi leggeri, idratanti e rinfrescanti, indispensabili a reintegrare i liquidi e le sostanze che vengono perse con la sudorazione.

Dunque portare spesso in tavola i cetrioli è un’ottima e sana abitudine: scopriamo le proprietà del cetriolo, i benefici per la salute, i suoi usi più comuni e, se ve ne sono, le controindicazioni.

Cetriolo: proprietà e valori nutrizionali

I cetrioli, come accennato, contengono una elevata percentuale di acqua, pertanto sono diuretici e disintossicanti, ottimi per contrastare la ritenzione idrica, causa principale, fra l’altro, dell’odiata cellulite.

All’acqua si combina un buon contenuto di fibre, un mix che aiuta l’intestino a funzionare meglio e la pancia a sgonfiarsi.

I cetrioli contengono acido tartarico, una sostanza che riesce ad evitare la trasformazione in grassi dei carboidrati, un aspetto che li rende un valido alleato contro i chili di troppo ed un alimento adatto alle diete, ancora di più se si tiene conto del fatto che 100 grammi di cetrioli apportano soltanto 14 calorie.

I cetrioli possono essere considerati una sorta di integratore naturale contro stanchezza, astenia e spossatezza, un’azione dovuta al notevole contenuto di sali minerali, in particolare fosforo, potassio, silicio, ferro e calcio, e alle vitamine A e C.

Iposodici, ricchi di antiossidanti e naturalmente antinfiammatori, i cetrioli aiutano a tenere sotto controllo la pressione sanguigna, la glicemia e la digestione.

Cetrioli: benefici per la salute

Consumare regolarmente cetrioli è garanzia di innumerevoli benefici per l’organismo, ovvero:

Ritenzione idrica

Grazie all’acqua che li compone per gran parte del loro peso (95% circa), i cetrioli stimolano la diuresi, pertanto aiutano a tenere pulite le vie urinarie, favoriscono l’eliminazione di scorie e tossine e contrastano la ritenzione idrica, un disturbo soprattutto femminile.

Cellulite

Combattere la ritenzione idrica significa al tempo stesso contrastare la formazione di cellulite e pelle a buccia d’arancia, un inestetismo dovuto principalmente proprio all’accumulo di liquidi nell’organismo.

Dimagrire

Come anticipato, i cetrioli sono ipocalorici e in più contengono acido tartarico, pertanto vengono spesso consigliati a coloro che vogliono dimagrire e mantenersi in forma.

Ipertensione

Iposodici e diuretici,i cetrioli aiutano a tenere sotto controllo la pressione sanguigna e si rivelano particolarmente preziosi per combattere l’ipertensione.

Glicemia

I cetrioli contrastano l’innalzamento della glicemia e sono pertanto indicati anche a chi soffre di diabete (per modalità e quantità chiedere sempre il parere del proprio medico).

Pancia gonfia ed intestino

Acqua e fibre sono un binomio perfetto per aiutare l’intestino a svolgere al meglio le sue funzioni e per ridurre l’antipatico effetto di pancia “a palloncino”.

Stitichezza

Come la maggior parte dei vegetali, grazie alle fibre presenti nella sua composizione, il cetriolo è utile contro la stipsi.

Stanchezza e spossatezza

Perché assumere integratori di sintesi quando la natura ce ne offre uno naturale ottimo contro la stanchezza e la spossatezza tipici, soprattutto, della bella stagione? Il cetriolo è una preziosa fonte di vitamine e sali minerali: aggiungetelo, ad esempio, alla vostra abituale insalata e ne trarrete immediatamente grande giovamento e beneficio.

Detox

Per il suo potere disintossicante e rinfrescante, il cetriolo entra di solito a far parte di qualsiasi tipo di dieta detox o, comunque, è perfetto quando si ha intenzione di disintossicare e depurare l’organismo.

Dunque, come è facile intuire, portare i cetrioli spesso in tavola quando fa caldo, non serve solo ad insaporire le pietanze, ma anche a garantire salute e benessere.

Cetriolo: uso in cucina

Come utilizzare il cetriolo in cucina e come consumarlo in modo tale da trarne tutti i vantaggi possibili?

Innanzitutto diciamo subito che sarebbe meglio mangiarli crudi, poiché in tal modo essi mantengono inalterato il contenuto di vitamine e sali minerali che li caratterizza, oltre al fatto che non c’è perdita d’acqua, inevitabile con la cottura.

La buccia è la parte del cetriolo in cui maggiormente si concentrano magnesio, potassio e silicio, ragion per cui sarebbe meglio non eliminarla; preferite quindi cetrioli provenienti da agricoltura biologica o coltivati in casa da voi (è facile e non richiede cure e sforzi degni di nota), oppure lavate benissimo quelli che comprate, possibilmente lasciandoli anche per un po’ a mollo con del bicarbonato di sodio (poi passateli sotto il getto dell’acqua corrente).

I cetrioli sono abbastanza versatili: l’uso classico prevede di mescolarli, tagliati a fettine o alla julienne, all’insalata, ma sono buoni anche da soli conditi semplicemente con un filo di olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale.

Il cetriolo è uno degli ortaggi che si prestano maggiormente alla preparazioni di salutari centrifugati ed estratti, sia da soli che in combinazione con altre verdure e frutta.

Cetriolo: uso cosmetico

Il cetriolo è uno degli ingredienti naturali più usati per la preparazione di prodotti cosmetici fai-da-te, ma potete trovarlo anche nella composizione di molti cosmetici confezionati; ad essere apprezzate e sfruttate sono principalmente le sue virtù decongestionanti, purificanti, rinfrescanti e idratanti.

Ecco qualche suggerimento in merito:

Occhi stanchi e borse

E’ probabilmente l’uso più diffuso, diciamo pure un classico, del cetriolo in casa: se avete gli occhi stanchi, arrossati e/o cerchiati da antiestetiche borse bluastre, applicatene una fettina fresca sulla zona e lasciatela agire per circa 20 minuti/mezz’ora, preferibilmente restando in perfetto relax e i risultati saranno immediati.

Tonico viso

Per un tonico viso rinfrescante e lenitivo inserite in un mixer 1 cetriolo tagliato a dadini, qualche foglia di salvia sminuzzata e 4 cucchiai di acqua distillata, quindi frullate il tutto.

Filtrate con un colino a maglia molto fitta raccogliendo in liquido dapprima in un bicchiere, poi in un vasetto di vetro pulitissimo con tappo. Usate il tonico picchiettandolo delicatamente su viso e collo puliti con un batuffolo di cotone. Conservate in frigorifero per qualche settimana.

Maschera viso nutriente ed idratante

Se volete idratare e nutrire a fondo la pelle, sminuzzate la polpa di 100 grammi di avocado e di 100 grammi di cetriolo, quindi metteteli nel mixer e frullateli insieme a 1 albume e 2 cucchiaini di amido di riso o di mais, a vostra scelta.

Potete applicare il composto ottenuto sulla pelle del viso e del collo accuratamente detersi subito oppure dopo averlo lasciato per un’ora in frigorifero, così avrà un effetto ancora più rinfrescante. Lasciate in posa finché non sentirete la maschera asciutta (almeno 20 minuti), quindi eliminate con acqua tiepida.

Antirughe

Per combattere segni e rughe sul viso, la sera, prima di coricarvi, lavate il viso con acqua fredda e succo di cetriolo. Insistete sulle zone più delicate, come il contorno occhi e labbra: appariranno subito più distese.

Per ginocchia e gomiti

Gomiti e ginocchia appaiono molto ruvidi e con la pelle ispessita? Per dieci sere di seguito, prima di coricarvi, strofinate le parti interessate con la polpa di un cetriolo: diventeranno più morbide, lisce e giovani.

Maschera viso per pelle mista

Affettate mezzo cetriolo e passatelo nel mixer, quindi aggiungete un cucchiaio di yogurt e frullate ancora finché non avrete ottenuto un composto cremoso ed omogeneo.

Applicate la maschera su viso e collo puliti con movimenti delicati e circolari, infine lasciatela agire per circa 20 minuti. Sciacquate con acqua tiepida e, in un ultimo, con acqua fredda.

Contro la couperose

Per dare sollievo alla pelle afflitta da couperose e calmare il conseguente rossore, frullate mezzo cetriolo nel mixer, poi aggiungete 1 albume d’uovo ben montato e mescolate, infine unite 2 o 3 gocce di olio essenziale di rosmarino.

Stendete sul viso, soprattutto sulle zone con couperose e lasciate in posa per un quarto d’ora. Rimuovete il tutto con l’aiuto di un panno inumidito.

Balsamo per capelli danneggiati e stressati

I vostri capelli appaiono opachi e sfruttati? Rimediate con questo ottimo balsamo casalingo a base di cetriolo.

Frullate in un mixer 1 uovo, 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva e 1/4 di cetriolo fino ad ottenere un composto omogeneo, sufficientemente cremoso e compatto. Applicate sui capelli umidi dopo lo shampoo, lasciate agire 10/15 minuti e risciacquate.

Il trattamento è ottimo anche per donare vitalità dopo la prolungata esposizione al sole, all’acqua del mare e al cloro della piscina.

Bagno lenitivo e rinfrescante

Avete trascorso la giornata in spiaggia o in piscina e a sera la pelle “tira”, è secca e arida? Donatele benessere con un bagno ad hoc.

Immergete nell’acqua, che deve essere tiepida e non troppo calda, alcune fettine di cetriolo, qualche foglia di menta e mezzo bicchiere di sale grosso, meglio se integrale.

Restate immersi per circa 20 minuti, poi asciugatevi tamponando (senza strofinare) con una morbida spugna.

Cetriolo: controindicazioni ed effetti collaterali

Il cetriolo è un ortaggio benefico generalmente indicato per tutti, ma non è privo di qualche piccola controindicazione.

Le cucurbitaceae, la famiglia alla quale esso appartiene, in soggetti predisposti possono risultare difficili da digerire inoltre, la presenza di una sostanza chiamata cucurbitacina, è controindicata alle persone che soffrono di meteorismo in quanto favorisce la formazione di gas intestinali e dovrebbe quindi essere evitata anche da chi è affetto da colon irritabile.

Attenzione infine a possibili allergie.

Cetriolo: cenni storici e curiosità

L’utilizzo del cetriolo è antichissimo: le prime coltivazioni, situate intorno all’Himalaya, risalgono a circa 5000 anni fa.

Molto apprezzati dagli Egizi, furono probabilmente loro ad introdurne l’uso nella zona mediterranea.

Grandi estimatori dei cetrioli furono anche i Greci e i Romani, che ne amarono soprattutto il grande potere rinfrescante.

Nel XVI secolo, oltre a quelle gastronomiche, si iniziarono a conoscere e ad usare anche le proprietà cosmetiche del cetriolo, che venne per la prima volta impiegato come ingrediente per la creazione di pomate, lozioni ed unguenti a vario scopo.

Attualmente il cetriolo è uno degli ortaggi estivi più usati sia per il consumo alimentare che per la creazione di ottimi ed efficaci cosmetici fai-da-te.

Share.

Leave A Reply