Author Redazione

Lo zenzero è una spezia originaria dell’Asia utilizzata da millenni in Oriente in medicina e in gastronomia, il cui uso si è recentemente diffuso anche da noi per via delle numerose proprietà benefiche che esso possiede. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questo prezioso rimedio naturale, le proprietà dello zenzero, i benefici per l’organismo, gli usi più comuni ed eventuali controindicazioni. Cos’è lo zenzero: caratteristiche generali Lo zenzero (Zingiber Officinale) è una pianta erbacea proveniente dall’Asia ed appartenente alla famiglia delle Zingiberacae (come la curcuma). Dal punto di vista terapeutico e culinario, la parte che conta è la radice (in realtà un rizoma), in quanto ricca di numerose sostanze curative, tra le quali gingerina e zingerone. La radice, a sua volta, si può trovare in commercio e pertanto…

Il catarro è un disturbo comune che consiste nell’eccessiva secrezione delle ghiandole mucipare situate nelle mucose delle vie respiratorie: in sostanza, il catarro è la conseguenza di irritazione e/o infiammazione delle vie aeree dipendente da patologie di diverso tipo. Scopriamo sintomi e cause del catarro, ma anche l’alimentazione ed i rimedi naturali per curarlo velocemente e qualche buona strategia per prevenirlo. Cos’è il catarro? Il catarro (o espettorato) è secreto dalle ghiandole mucipare che si trovano nelle mucose delle vie respiratorie e, in condizioni normali, serve proprio a mantenerle correttamente idratate; nell’arco delle 24 ore, la formazione di catarro è compresa fra i 25 e i 100 ml. A questo punto il processo fisiologico che prende il nome di “clearance respiratoria”, fa sì che il muco in eccesso venga convogliato…

Considerata da sempre un vero e proprio antibiotico naturale, l’echinacea è una pianta officinale molto utile per rafforzare le difese immunitarie e per combattere i malanni di stagione, come febbre, tosse, influenza e raffreddore. Scopriamo in questo articolo le proprietà dell’echinacea, i benefici per la salute e le eventuali controindicazioni. Echinacea: caratteristiche generali L’echinacea è una delle regine del polmone verde terrestre, è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Asteraceae diffuse originariamente e in ampissime estensioni nelle americhe del nord, mostrando un’estrema versatilità agli ambienti climatici di quelle zone, crescendo su altopiani e superfici pianeggianti avvallate da distese di sabbia, dove assorbono i raggi del sole che infonde loro un aspetto brillante e vivace. L’echinacea tende a mitigare le sue funzioni vitali nelle stagioni autunnali e invernali, destandosi…

La pressione alta (ipertensione), ovvero la tendenza ad avere la pressione più alta della norma, dipende da una contrazione delle arterie, che oppongono resistenza al passaggio del sangue. Si tratta di una condizione da non sottovalutare né trascurare, poiché, se protratta nel tempo e non affrontata nel dovuto modo, potrebbe portare a gravi conseguenze per la salute, compreso un maggior rischio di ictus ed infarto. La pressione alta inoltre, a lungo andare, rischia di compromettere il buon funzionamento del cuore, costretto alla fatica di dover necessariamente aumentare lo sforzo per pompare il sangue. L’ipertensione, che sembra prediligere il sesso femminile, si manifesta generalmente nella fascia d’età compresa fra i 30 ed i 60 anni, ma fortunatamente uno stile di vita adeguato e abitudini sane possono aiutare a tenere il disturbo…

Il suo nome è Rhodiola rosea ma noi la conosciamo come Rodiola, si tratta di una pianta officinale della famiglia delle Crassulaceae, che nei tempi antichi era conosciuta con il nome di radice d’oro. A scoprirne le proprietà curative della rodiola furono i siberiani che ne tramandarono la conoscenza di generazione in generazione. Come riconoscere la Rhodiola Si tratta di una pianta che può raggiungere i 40 cm e presenta fusti carnosi, foglie appiattite e lanceolate. I fiori sono di colore giallo, arancione e rosso, dal profumo simile a quello delle rose. La Rhodiola cresce facilmente nei terreni sabbiosi come in quelli rocciosi e spontaneamente in Scandinavia, Alaska e Lapponia ad alta quota, non è difficile trovarla anche sulle Alpi e sui Pirenei. Storia della Rhodiola Come sopra detto le…

La centella, (Hydrocotyle asiatica o Centella asiatica è il nome scientifico), appartiene alla famiglia delle Apiaceae ed è molto nota soprattutto per le sue proprietà fin dai tempi antichi. Il nome comune con cui è conosciuta è Tigre del prato, per via del fatto che gli animali feriti vi si rotolano sopra per curarsi. Questo nome particolare “centella” viene da “centellinare” perché la pianta beve lentamente e costantemente l’acqua che la circonda, essendo il suo habitat naturale la palude. E’ da sempre nota nei Paesi orientali, soprattutto in India, per le sue proprietà cicatrizzanti, antiage e nella medicina popolare si crede possa curare la lebbra. Come riconoscere la centella La centella è una pianta erbacea che si snoda sul tereno attraverso un gambo strisciante. Le foglie sono raccolte in gruppi…

La vite rossa, o Vitis Vinifera, fa parte delle Vitaceae ed è un arbusto rampicante che può ramificarsi anche per dei metri. La si riconosce per il fusto contorto e perché i rami giovani sovente presentano una peluria, inoltre le foglie nella faccia opposta hanno un cirro che permette loro di aggrapparsi al sostegno. A seguito del termine del ciclo vitale, le foglie perdono il colore verde diventando rosse. I fiori si trovano riuniti in pannocchie ed i frutti sono costituiti da acini, l’uva per l’appunto, che cambiano colore a seconda della maturazione. La vite rossa è una pianta che cresce bene nell’Europa meridionale e nell’Asia occidentale, si sviluppa bene soprattutto nelle zone dove il clima è mite e temperato. Nell’antichità, la vite rossa era considerata al pari di una…

Un’alimentazione sana e corretta sta alla base di quella che si definisce una buona salute. Numerosi studi scientifici dimostrano infatti che la salute si costruisce a tavola, in base al cibo che mangiamo. Per questo dare importanza alla dieta è fondamentale, in quanto deve essere varia ed equilibrata, per mangiare bene e fornire al corpo tutte le sostanze nutritive di cui ha realmente bisogno. Infatti, mangiare bene non vuol dire saziarsi fino al limite, ma consumare piuttosto cibi buoni e di qualità in un ambiente piacevole e rilassante, per godere fino in fondo il gusto e il sapore di un alimento. Una dieta equilibrata non significa mangiare un pasto al giorno o magari abbuffarsi con quantità esagerate: è invece importante stabilire porzioni sufficienti e consumare un po’ tutti i cibi…

Il mal di testa, comunemente indicato come cefalea o emicrania, è un dolore localizzato all’interno del capo o sulla parte superiore del collo, piuttosto persistente e che colpisce con una certa regolarità. In genere si distinguono tre tipi di mal di testa: emicrania, cefalea tensiva e cefalea a grappolo. L’emicrania consiste solitamente in una serie di attacchi che possono avere la durata di qualche ora ma anche di alcuni giorni. Spesso con l’emicrania si manifesta anche la sinusite, che comporta un’infiammazione acuta dei seni paranasali. La cefalea tensiva invece è quel tipo di mal di testa che colpisce generalmente gli adulti, non è ereditaria e può durare molto a lungo, anche per diversi anni. La cefalea a grappolo, infine, si distingue per il dolore molto intenso localizzato all’orbita e alla tempia, spesso accompagnato da…

Anticamente le proprietà ed i benefici del cardo mariano erano molto note, con il passare del tempo se ne è un po’ perduta la conoscenza. Scopriamo in questo articolo le proprietà del cardo mariano, quali benefici apporta alla nostra salute e le eventuali controindicazioni. Cardo Mariano: caratteristiche e curiosità Secondo la leggenda, la pianta del cardo coprì Maria, Gesù e Giuseppe alla vista degli inseguitori giunti per mano di Erode. Un’altra leggenda vuole che il latte della Madonna ne macchiò le foglie e per questo fu chiamato Mariano, da qui anche la credenza che favorisse la montata lattea nelle puerpere. Anticamente si credeva anche che curasse i morsi dei serpenti e che li tenesse lontani, che ci si potesse curare l’idrofobia e che i cataplasmi o gli impacchi curassero i…

La pianta dell’equiseto,“Equisetum arvense”, facente parte della famiglia delle Equisetaceae, è conosciuta anche con il nome di coda cavallina o argilla vegetale e le sue proprietà curative son note fin dall’antichità. Fu scoperta come erba portentosa dai greci e dai romani che la utilizzavano per le sue proprietà diuretiche ed emostatiche. Nei Paesi Nordici si riteneva che il decotto con l’aggiunta di miele e burro insipido curasse la nefrite calcolosa ed i dolori renali. Come riconoscere l’equiseto L’equiseto è molto simile ad una felce, possiede un fusto di una cinquantina di centimetri privo di fiori e coperto di foglie aghiformi di un verde intenso. Si riproduce tramite le spore in primavera. Lo si trova nelle zone campestri, nei luoghi umidi, nelle scarpate e nei terreni argillosi. Cosa contiene l’equiseto Questa…

L’alloro è una pianta molto diffusa e molto utile, per profumare l’ambiente, per insaporire i cibi ed è anche un rimedio naturale per via delle sue proprietà benefiche. Scopriamo insieme in questo articolo le proprietà dell’alloro, i suoi benefici per la salute e le eventuali controindicazioni. Alloro: caratteristiche generali Della famiglia delle Lauraceae, si presenta come un arbusto o un piccolo albero con folte foglie verde scuro, dure e profumate, lucide sopra ed opache sotto. I fiori, compaiono in primavera, sono color giallo opaco, riuniti ad ombrello. I frutti si presentano come drupe lucide e nere. L’alloro cresce bene sulle coste del Mediterraneo, la Spagna, la Grecia e l’Asia Minore. Curiosità sull’alloro Anticamente si attribuiva un significato magico-mistico all’alloro: i greci lo adoperavano per le divinazioni, lo si bruciava sul…

Conosciamo tutti la passiflora, che viene coltivata per lo più a scopo ornamentale, quello che meno si conosce sono i benefici e le proprietà della passiflora. Scopriamo meglio questa pianta officinale partendo dalle sue caratteristiche. Passiflora: caratteristiche generali La passiflora è una pianta erbacea perenne rampicante, con fusti simili a liane sottili e verdi, coperti di corteccia. Le foglie si presentano lanceolate ed i fiori, che spuntano in estate sono ermafroditi, ascellari e solitari, sono colorati e dotati di ghiandole nettarifere. I frutti sono commestibili e sono bacche ovoidali o allungate con polpa gelatinosa di colore giallo con semi cuoriformi. La passiflora è una pianta officinale tropicale che cresce bene in centro e sud America, anche se alcune specie provengono dal Nord America, dall’Asia e dall’Australia. La passiflora arrivò in Europa…

1 7 8 9