Cistite, 5 rimedi che funzionano davvero

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Se si parla di cistite rimedi utili che funzionano davvero ce ne sono? Quando si parla di questa infiammazione, che colpisce soprattutto le donne, di solito la confusione regna sovrana. Perché ognuno dà suggerimenti su cosa fare e cosa non fare per cercare di stare meglio il più in fretta possibile. Talvolta, però, ci sono delle false credenze che possono mettere a rischio la nostra salute. E non farci guarire dalla cistite in modo veloce ed efficace.

Per prima cosa è bene conoscere cos’è la cistite, le buone regole della prevenzione, le cose da fare e le cose da non fare. E poi analizzare tutti quei rimedi che possono risultare utili anche in base a evidenze scientifiche, studi e ricerche di esperti in materia.

Cos’è la cistite

La cistite è un’infiammazione o flogosi che colpisce la mucosa vescicale. Ne soffrono maggiormente le donne, perché l’uretra è più corta rispetto a quella degli uomini e quindi aumenta il rischio di contaminazione da batteri fecali. Il 50% delle donne ne soffre almeno una volta nel corso della vita. L’incidenza aumenta con l’aumentare dell’età: a 20 anni è quasi nulla, ma aumenta negli anni successivi.

L’infezione può essere acuta, quindi presentarsi una volta sola e risolversi senza conseguenze e complicazioni, oppure diventare cronica, soprattutto se è trascurata. Non bisogna mai sottovalutare i rischi che si corrono a non curare una cistite in tempo: si può incappare in disturbi gravi e seri, come infezioni alle vie genitali o alle alte vie urinarie, come ai reni (in questo caso si parla di pielonefrite).

Le cistiti possono essere non complicate (ed essere acute o ricorrenti) o complicate.

Cause della cistite

Perché soffriamo di cistite? Ci sono persone maggiormente soggette, mentre in altri casi si tratta di cattive abitudini che dovremmo abbandonare per sempre per evitare di incappare in un’infiammazione che può provocare fastidi e disturbi che possono rendere anche la quotidianità più difficile da vivere.

La cistite è un’infiammazione provocata dai batteri che si trovano nell’ultima parte dell’intestino, il colon, che possono arrivare dall’esterno alla vescica, attraverso l’uretra, o dall’interno o per via ematica. I germi più comuni che causano la cistite sono l’Escherichia coli, responsabili del 65-75% dei casi. Altri batteri che possono provocare a cistite sono lo Streptococcus o germi come Proteus, Klebsiella, Serratia, Enterobacter e Pseudomonas.

Ci sono poi dei fattori di rischio da non sottovalutare:

  • sistema immunitario debole
  • stanchezza
  • igiene intima non adeguata
  • uso del diaframma
  • uso di assorbenti interni
  • malattie trasmissibili con il sesso
  • rapporti sessuali
  • catetere
  • malformazioni dell’apparato urinario
  • presenza di calcoli o tumori nella vescica
  • diverticoli
  • abbigliamento troppo aderente e non traspirante
  • diabete

Sintomi della cistite

Quali sono i sintomi della cistite più comuni che si possono notare?

  • Pollachiuria, aumento del numero di minzioni durante la giornata, che si associa anche a un volume di urina ridotto per ogni volta che andate in bagno
  • Disuria, difficoltà a urinare: si sente la necessità di andare in bagno, ma poi si fa difficoltà e fare la pipì può risultare difficile e anche doloroso
  • Bruciore e dolore durante la minzione
  • Freddo e brividi durante la minzione
  • Dolore quando si prova il bisogno di urinare
  • Urine scure e maleodoranti
  • Presenza di sangue e pus nelle urine

I sintomi possono essere diversi da paziente a paziente. La febbre di solito non è presente in caso di cistite acuta non complicata. Mentre in caso di cistite complicata, con infezione che è arrivata alle vie urinarie, si può soffrire anche di febbre molto alto, accompagnata da brividi.

Cistite rimedi utili

Vi abbiamo già parlato delle tisane utili contro la cistite, da assumere secondo le modalità previste per poter alleviare un po’ i sintomi dell’infiammazione. Esistono però tutta  un’altra serie di rimedi utili da usare in caso di cistite:

  1. Uva ursina, pianta officinale che si è rivelata molto utile per la cistite e le infiammazioni delle vie urinarie. Si può assumere tramite tisana, insieme ad altri rimedi naturali, o tramite integratori.
  2. Malva, come l’uva ursina anche la malva è uno dei rimedi naturali più efficaci in caso di cistite, acuta e cronica. Si possono preparare decotti e tisane, facendo bollire foglie e fiori per una decina di minuti. Ricordatevi di filtrarla.
  3. Mirtilli rossi, frutto con proprietà infiammatorie che possono aiutare a contrastare i sintomi della cistite fin dalla loro prima comparsa. Si può assumere come forma di succo con 1 o 2 bicchieri al giorno. Si può anche assumere sotto forma di integratore.
  4. Echinacea, altro rimedio naturale consigliato per le sue proprietà disinfettati e immunostimolanti, da assumere sotto forma di tisana magari in abbinamento ad altre piante utili contro la cistite.
  5. Corbezzolo, possiamo contare sulle proprietà disinfettanti e antinfiammatorie per combattere la cistite.

Cistite e farmaci

Ci sono casi in cui non bastano per la cistite rimedi che possono risultare utili nei casi più lievi. Sarebbe sempre bene farsi visitare dal proprio medico di base, per capire quali sono le cause e cosa fare per stare meglio. Talvolta è necessario ricorrere anche a terapie farmacologiche per evitare complicazioni e conseguenze ben più gravi.

La terapia farmacologica si basa su un trattamento di antibiotici, da assumere in dose singola o con cicli molto brevi e intensi, di massimo tre giorni in caso di cistite cronica. Si possono assumere anche farmaci antidolorifici o antiaspastici in caso di dolore o muscoli contratti.

In seguito al trattamento, dopo qualche giorno, è bene capire se i sintomi persistono ed eseguire nuovamente gli esami delle urine per capire se la cistite è guarita o si è cronicizzata, intervenendo di conseguenza.

Prevenire la cistite

Prevenire è sempre meglio che curare. Per prevenire la cistite bisogna bere molta acqua e spesso, evitare di trattenere l’urina troppo a lungo, mangiare sano e in modo equilibrato, fare esercizio fisico regolare, evitare rapporti sessuali a rischio, eseguire una corretta igiene intima, non usare capi di abbigliamento troppo aderenti e non traspiranti, non rimanere con il costume da bagno bagnato al mare o in piscina, non usare asciugamani usati da altri, utilizzare slip di cotone.

Attenzione anche alle coppette mestruali, a spray e profumi vaginali e a troppe lavande vaginali.

Share.

Leave A Reply