La dieta Scarsdale originale funziona davvero?

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Conoscete la dieta Scarsdale? E’ una delle tante diete miracolose che promettono mirabolanti perdite di peso nell’arco di poco tempo. Nata negli Stati Uniti a fine degli anni Settanta dal dottor Herman Tarnhower, si tratta di una dieta proteica e con forte restrizione di carboidrati o low carb. Pensate che promette di perdere fino a 4 etti al giorno. Ma è una dieta sicura? In effetti, qualche effetto collaterale è stato segnalato.

Quello che è certo è che se volete dimagrire o tornare al vostro peso forma, non è alle diete improvvisate trovate sul web o alle ditte che propongono mistiche soluzioni dimagranti fatte di beveroni e ipotetici “stili di vita sani” che dovete rivolgervi: sempre meglio andare da un dietologo per farsi fare una dieta dimagrante su misura e bilanciata per i nostri problemi.

Dieta Scarsdale originale: come funziona?

La dieta Scarsdale è una delle numerose diete che diminuisce tantissimo l’apporto di carboidrati, senza minimamente preoccuparsi delle calorie totali dei pasti. Oltre alla riduzione dei carboidrati abbiamo anche una riduzione dei grassi. Ipoteticamente è una low carb iperproteica come la dieta Atkins, solo che nella Scarsdale si possono mangiare anche frutta e verdura.

La dieta Scarsdale non è di sicuro una dieta da fare per più di un paio di settimane: sono gli stessi autori a dirlo. Questo perché non è quella che si definisce propriamente una dieta equilibrata. Ecco i capisaldi di questa dieta:

  • numero di pasti al giorno: 3 (colazione, pranzo e cena). Fra un pasto e l’altro si possono fare spuntini a base di carote o sedamo
  • diminuire i carboidrati semplici e complessi (niente zucchero, usare i dolcificanti artificiali)
  • diminuire i grassi
  • mangiare cibi magri
  • evitare condimenti come burro e olio
  • preferire i cibi proteici
  • non pesare le quantità
  • bere molta acqua
  • eliminare le bevande alcoliche
  • non fare attività fisica o fare attività sportiva moderata (senza zuccheri e carboidrati il corpo non potrebbe sostenere lo sforzo fisico necessario)

Come si evince, non si può definire la dieta Scarsdale uno stile di vita sano. L’eccessiva restrizione di grassi e carboidrati, il consumo di cibi altamente proteici, la quasi totale assenza di attività fisica non sono indici di un’alimentazione equilibrata. Per questo motivo viene consigliata per un massimo di due settimane e solo quando si deve perdere peso velocemente. Ma attenzione: l’effetto yo-yo è dietro l’angolo.

Dieta Scarsdale originale: effetti collaterali

Dieta Scarsdale: menu tipo

Un menu tipico della dieta Scarsdale potrebbe essere questo:

Lunedì

  • Colazione: caffè/tè con dolcificante artificiale e mezza arancia/pompelmo
  • Pranzo: carne magra o pesce ad libitum + pomodori + tè/caffè
  • Cena: hamburger magro (niente pane) + verdura lessa ad libitum

Martedì

  • Colazione: caffè/tè con dolcificante artificiale e mezza arancia/pompelmo
  • Pranzo: carne magra o pesce ad libitum + insalata + tè/caffè
  • Cena: pesce magro al forno + pomodori + pompelmo/arancia/melone

Mercoledì

  • Colazione: caffè/tè con dolcificante artificiale e mezza arancia/pompelmo
  • Pranzo: frittata con 2 uova con formaggio magro + zucca + toast + tè/caffè
  • Cena: maiale magro + insalata + caffè

Giovedì

  • Colazione: caffè/tè con dolcificante artificiale e mezza arancia/pompelmo
  • Pranzo: insalata di tonno senza olio + pompelmo/arancia/melone
  • Cena: pollo magro (no pelle) + spinaci + caffè

Venerdì

  • Colazione: caffè/tè con dolcificante artificiale e mezza arancia/pompelmo
  • Pranzo: formaggio magro o fiocchi di latte + toast + pomodoro e insalata
  • Cena: pollo (no pelle) + verdura lessa + caffè

Sabato

  • Colazione: caffè/tè con dolcificante artificiale e mezza arancia/pompelmo
  • Pranzo: frutta secca ad libitum + toast + spinaci
  • Cena: pesce al forno + pomodoro e insalata + pompelmo/arancia/melone

Domenica

  • Colazione: caffè/tè con dolcificante artificiale e mezza arancia/pompelmo
  • Pranzo: pollo (no pelle) + pomodori + caffè
  • Cena: carne vaccina magra + insalata + pompelmo/arancia/melone

Dieta Scarsdale: pro e contro

La dieta Scarsdale potrebbe avere dei benefici, ma sono limitati nel tempo. Per contro, potrebbe causare non pochi problemi di salute.

Benefici

Effettivamente la dieta Scarsdale permette alle persone di perdere peso in poco tempo. Ma questo accade con tutte le diete chetogeniche. Il problema è che la rapida perdita di peso nei primi giorni di dieta è legata alla diminuzione brusca delle riserve glucidiche, alla diminuzione della massa muscolare (ricordiamo che la massa muscolare pesa di più rispetto all’equivalente massa grassa) e alla disidratazione. Quindi è un finto dimagrimento di cui ci si renderà conto quando si ricomincerà a mangiare normalmente.

Effetti collaterali

La dieta Scarsdale solleva non pochi dubbi e problemi. Prima di tutto, l’effetto yo-yo. La perdita di peso è garantita dalla diminuzione delle riserve di zuccheri del corpo e dalla perdita di massa muscolare. Tuttavia appena si tornerà a mangiare normalmente ecco che il corpo si reidraterà, le scorte di glicogeno verranno ricostituite e riprenderemo tutti quei chili persi. Questo anche perché questo tipo di dieta non insegna a mangiare correttamente.

Inoltre l’elevato apporto proteico, la mancanza di glucidi, la quantità di calorie troppo bassa e la carenza di vitamine, acidi grassi e minerali che ne deriva potrebbe comportare gravi problemi alla nostra salute:

  • gastrite
  • problemi digestivi
  • problemi renali
  • disturbi epatici
  • sintomi neurologici
  • chetosi
  • affaticamento
  • nervosismo
  • irritabilità
  • mal di testa

Pensate che è anche stato documentato un caso di porfiria acuta in una donna che seguiva la dieta Scarsdale.

Foto: Pixabay

Share.

Leave A Reply