Unghie gel, i pro e i contro da non sottovalutare

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Unghie gel: piacciono tantissimo, sono di moda, ma possono avere effetti dannosi sulla salute delle nostre unghie e mani? Ci sono, in effetti, diversi pro e contro da tenere in considerazione quando si va a fare una manicure e si richiedono delle unghie ricostruite in gel. Cosa sono? E’ una tecnica che prevede di applicare un gel apposito sulle unghie naturali in modo da avere delle unghie sempre perfette (o almeno: per qualche settimana, massimo un mese, poi serve un ritocco) senza doverle continuamente sistemare tutti i giorni. C’è, però, chi sostiene che le unghie gel, alla lunga, possano danneggiare le nostre unghie.

Vantaggi delle unghie gel

Ci sono alcuni pro da tenere in conto quando si parla di ricostruzione unghie col gel:

  • poca manodopera: rispetto a mettersi lo smalto continuamente (perché si rovina), le unghie in gel non richiedono tanta manutenzione. Potremo avere una manicure perfetta senza perdere tempo a risistemarle ogni volta. Il che è utile per chi ha poco tempo da dedicare alla manicure (al massimo dovrete limarle ogni tanto)
  • nail art più duratura: tende a durare di più se viene utilizzata questa tecnica
  • maggior resistenza: essendo il gel più resistente dello smalto, potrebbe essere indicata per chi lavora con le mani e con lo smalto rischierebbe di rovinarlo di continuo. Inoltre il gel proteggerà le unghie, evitando che si rompano
  • scegliete la lunghezza che preferite: il vostro cruccio sono le unghie che crescono lentamente? Per lavoro dovete portarle corte, ma a quella festa volete sfoggiare delle belle unghie lunghe e curate? Allora questa è la soluzione al vostro problema
  • nail art: alcune forme di nail art dipinte sono veramente belle da vedere, magari poco pratiche per chi fa lavori manuali, ma belle. A patto, però, che siano fatte da veri artisti
  • basta mangiarsi le unghie (onicofagia): se una volta per smettere di mangiarsi le unghie le si cospargeva di pepe o peperoncino, adesso le unghie in gel assolvono la medesima funziona. Ogni volta che si cercherà di mangiare le unghie, anche sovrappensiero, ci si ritroverà a non poter accedere alle unghie perché saranno nascoste dal gel
  • in alcuni casi di onicomicosi (micosi o tigna delle unghie), il medico potrebbe prescrivere una ricostruzione in gel delle unghie rovinate

Svantaggi delle unghie gel

Le unghie gel, però, non hanno solo vantaggi, qualche contro lo hanno (e di una certa importanza anche):

  • costo: una ricostruzione simile può costare anche 80 euro o più durante la prima seduta (soprattutto se parliamo di nail art particolari). A questo costo iniziale dovrete sommare poi i ritocchi mensili che arriveranno anche a 30 euro
  • le unghie si indeboliscono: se prima abbiamo detto che il gel protegge le unghie, bisogna anche considerare il fatto che queste potrebbero indebolirsi. Il che capita spesso quando si hanno le unghie fragili: il gel soffoca l’unghia, la quale si indebolisce ulteriormente e si spezza più facilmente
  • non adatte per chi ama cambiare manicure: lo scopo di queste unghie è quello di rimanere per lunghi periodi di tempo. Se amate cambiare colore o manicure delle unghie molto spesso, allora questo tipo di manicure non va bene per voi: bisogna che siano trascorse almeno tre settimane prima di poterle cambiare
  • serve manutenzione: se è vero che questa ricostruzione col gel richiede poca manutenzione, questo non vuol dire che non ne richieda nessuna. Dovrete comunque trovare il tempo una volta al mese per andare dall’estetista e ritoccare il gel se non volete che l’unghia naturale fuoriesca dalla manicure
  • attenzione alle unghie molto lunghe: rischiano comunque di impigliarsi e spezzarsi
  • possono provocare dermatiti: attenzione alla dermatite allergica da contatto provocata dagli acrilati contenuti nel gel
  • ogni tre-quattro mesi bisogna togliere la ricostruzione e far respirare l’unghia per alcuni mesi prima di poter rifare la ricostruzione
  • evitate di togliere da sole le unghie gel: se questa procedura non viene svolta correttamente, l’unghia si rovina e sfalda ulteriormente

Unghie gel: manicure

Quando sono sconsigliate?

Ci sono alcuni casi in cui sarebbe bene evitare di usare la ricostruzione delle unghie in gel:

  • in caso di dermatiti allergiche da contatto o onicodistrofia
  • quando le unghie sono fragili e rovinate, anche da altre malattie: queste unghie devono essere curate e idrate quotidianamente, ma se sono coperte dal gel non è possibile farlo
  • se lavorate a mansioni che richiedono le unghie corte, non si possono togliere e mettere di continuo
  • se non vengono eseguite da personale specializzato o professionisti

A chi chiedere una ricostruzione delle unghie?

Se volete fare una ricostruzione delle unghie o avere una perfetta manicure, vi consigliamo di rivolgervi sempre a personale specializzato e autorizzato. Voler risparmiare su una ricostruzione unghie non vuol solo dire rischiare di avere un risultato ben distante dalle aspettative (a volte anche grottesco), ma vuol anche dire rischiare di danneggiare per sempre le vostre unghie o sviluppare infezioni.

Cosa contiene il gel?

Originariamente, le unghie in gel venivano realizzate utilizzando il metil metacrilato. Tuttavia la FDA ne ha vietato l’utilizzo decenni fa perché causava non solo gravi dermatiti da contatto, ma anche paronichia (infezione del essuto periungueale con rossore e dolore lungo il bordo dell’unghia) e distrofia dell’unghia (alterazione dell’unghia che appare malformata, deformata, ispessita o di colori anomali, dal giallo al grigio). Al momento, tali unghie vengono create usando gli acrilati.

A proposito di questi acrilati, ne esistono di tre tipi:

  1. acrilati che polimerizzano a temperatura ambiente usando un acceleratore e un perossido organico
  2. acrilati che polimerizzano venendo esposti a raggi UV
  3. cianoacrilati

Foto: Pixabay

Share.

Leave A Reply